WELCOME BYE BYE

Stefano Babini:

WELCOME BYE BYE

...E i fumetti?, direte voi. Ma certo, i fumetti, anche quelli.

In varie di queste pagine troverete rudi ma dinamiche pagine di prova su personaggi addirittura fondamentali di quel mondo: Tex, per esempio, tanto per citarne uno per tutti. Ma a parte la nostra curiosità per queste stuzzicanti prove giovanili, materiali risalenti alle sue origini, scorre sotto i nostri occhi anche un prodotto di assoluta modernità, La trasferta. Che è un succoso assaggio in stile graphic novel, appartenente al filone «autobiografie», forse il più originale e letterariamente valido di questa forma così innovativa del raccontare a fumetti. Ormai tanto dilagante quanto giustificativa dell’espressione «letteratura disegnata» con cui si identifica oggi spesso il fumetto.

Dai materiali di prova al graphic novel, una bella parabola, per Stefano. È come dire dall’ago al milione... Una spia mica da poco, per un libro senza parole. Tanto da meritarsi un:

Welcome bye bye:

Stefano, ahi ahi!,

quanto di non taciuto,

in questo tuo libro muto.

Non è così che si esprimevano, già oltre un secolo fa, «quelli» del Corriere dei Piccoli? Il quale ce li ha portati, i fumetti e, se si fosse mai occupato di chiacchiere su di essi (ipotesi della fantasy più scatenata, roba che neanche il più ardito steampunk!...), avrebbe magari intitolato Stefano, che figura! un articolo su questa sua opera.

Eh, gia, Stefano, razza di parolaio in immagini...


Gianni Brunoro

• Titolo: Welkome Bye Bye

• Tipologia: immagini, schizzi, bozzetti e fumetti

• Soggetto, Sceneggiatura, Disegni: Stefano Babini

• Rilegato a filo refe

• Formato 24x17

• Pagine 152 + copertina rigida

• Stampa interna colore

  1. Costo di copertina € 25,00

  2. cod. ISBN 987-88-95943-08-4